Privacy e Consenso informato

In attesa della emanazione del Regolamento di funzionamento (derivante dalle disposizioni del DPCM attuativo della legge 221/12), il RIAP, per continuare a raccogliere e trattare i dati clinici dei pazienti, ha aggiornato alle disposizioni della normativa europea a tutela dei dati personali (Reg. EU 2016/679) le “informazioni” e il “consenso” (v. allegati) già approvati dal Comitato etico dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) il 21/06/2013. Il modello di consenso informato RIAP e le relative “Informazioni” sono inseriti all’interno dell’applicazione per la raccolta dati RaDaR sulla quale non è consentito l’inserimento dei dati di un nuovo intervento se non si è prima confermato di aver acquisito dal paziente il suo consenso a partecipare allo studio.
I dati identificativi (nome, cognome, data di nascita completa) non vengono mai trasmessi al RIAP; le chiavi di connessione tra dati identificativi e codice paziente sono conosciute solo dal personale incaricato della struttura che ha in cura il paziente e che effettuatale connessione solo per motivate esigenze di tipo tecnico o di controllo di qualità dei dati, o per motivate esigenze di tipo sanitario che comportano richiamo del paziente.
Il consenso informato è archiviato presso la struttura che ha in cura il paziente e può essere richiesto in visione dall’ISS, quale Titolare del trattamento dati.


Allegati


Consenso informato

Informazioni